Umanamente inconcepibile

Che cosa siamo noi? Angeli o demoni?

Leggere gli avvenimenti che sono accaduti a Reggio Emilia è terrificante e difficoltoso tanto quanto immergersi in un libro di Steven King. Invece è la cruda realtà di tante vite manipolate e gestite dalla follia e malvagità di chi ha voluto creare questo orrendo scenario. Vite stravolte e segnate per tutta la loro esistenza.

Come è stato possibile che questo dramma sia andato avanti per anni senza che nessuno verificasse la sua vera natura? Come è possibile che tante persone siamo state partecipi di tanta crudeltà? Possibile che nessuno sapeva? Possibile che siano stati così bravi da rendere “vero” questo “demoniaco” progetto? Dov’era lo Stato vent’anni fa?

Chi siamo diventati? Una società spregiudicata?

Guardiamoci dentro e osserviamo chi siamo e come stiamo interagendo in questo mondo e con la natura. Sfruttiamo ogni occasione purché ci sia una convenienza, un interesse, e lo facciamo in tutti i campi, dall’ambiente alla salute senza scrupoli.

Gli assistenti sociali che hanno architettato questa vicenda che consapevolezza hanno? Dove è l’umanità?

Non c’è umanità in questo lavoro ma disumanità!

Non c’è amore in questo servizio ma solo avidità!

Questa vicenda deve farci riflettere e prendere coscienza che dobbiamo cambiare, essere migliori, e che il valore della vita è inestimabile, nessuno può permettersi di “prendersi” la vita degli altri.

Lo Stato deve provvedere con le giuste pene a far sì che episodi di questo genere non abbiamo più modo di esistere.

Gli assistenti sociali devono essere selezionati con strumenti giusti compresa la capacità di merito, e non con criteri legati a raccomandazioni e falsi valori, altrimenti si costruiscono e si dà il potere a dei mostri che distruggono tutto ciò che di umano è rimasto anche in questo mondo privo di valori umani.

Per noi de Il Loto, occorre provvedere a documentarci e capire queste figure chi sono, come vengono formate e come e da chi vengono selezionate.

Deve esserci un controllo spietato sul loro operato con supervisori che appurano la validità e la veridicità delle decisioni che prendono.

È concesso loro troppo potere senza un’accurata valutazione e supervisione e questo ne è il risultato, il “commercio dei bambini”.

Ogni accadimento di questa natura ci riporta a delineare una realtà priva di valori. Non si può avere una società migliore se non ci sono uomini migliori. Per ottenere questo, i valori devono entrare nella scuola come materie di primaria importanza e ogni materia letteraria e scientifica deve essere spiegata attraverso i valori. Solo facendo questo, potremmo ambire ad una presa di coscienza che fermerà le “debolezze” che regnano nell’uomo di oggi. Comprendere il valore della vita di ogni essere vivente e rispettarla.

Per il Loto, lo Stato deve intervenire sulla formazione dell’individuo, partendo dall’infanzia, costruendo solide basi etiche e morali perché quello che viviamo oggi è il risultato della trascuratezza e dell’abbandono dei Valori Umani nella società.

Per il Movimento Politico Il Loto la vita è sacra e la sua sacralità va protetta.

Barbara Zibellini