I bambini non si toccano

(Parte 2 )

Perché è caduto rapidamente un velo di silenzio sulle vicende di Reggio Emilia?
Ormai non interessano più le prime pagine dei quotidiani e le prime serate televisive?
solo testate indipendenti e singoli individui hanno lottato affinché il silenzio non cadesse, perché? Troppe le persone “bene” coinvolte in questo traffico: politici, medici, assistenti sociali e liberi professionisti, tutte categorie che dovrebbero tutelarci, in un sistema che fa acqua da tutte le parti.
Per decidere la sorte di un bambino entra in causa il tribunale dei minori, composto da due magistrati e due “giudici benemeriti” dell’assistenza sociale, due tecnici con gli stessi poteri dei magistrati e con le stesse responsabilità, quindi ben quattro persone sono incaricate di prendere una decisione che segnerà le sorti di una famiglia. Come è potuto accadere che nessuno in tredici anni si sia reso conto di nulla, quante sono le persone in realtà coinvolte, che hanno visto ed hanno taciuto? Ancora più grave il ruolo di chi è stato osservatore muto di questo scempio, di chi non ha voluto schierarsi dalla parte della vera giustizia per paura di ritorsioni. Andranno in carcere i colpevoli diretti, ma tutti coloro che hanno taciuto? Purtroppo anche l’ignavia si paga, ed a caro prezzo con la propria coscienza e la propria anima

La vicenda è talmente grave, in un Paese che si dichiara civilizzato e libero, che fa rabbrividire solo a pensare che tutto è stato fatto per denaro ed interessi personali, che vite sono state spezzate e sono stati causati traumi indelebili per dei bambini che cresceranno senza rendersi più conto di quale sia la verità, che non sapranno più di chi fidarsi.
C’è da chiedersi, ora, come verrà gestita la situazione, poiché inevitabilmente si creeranno ulteriori situazioni di sofferenza. I bambini verranno reintegrati nelle famiglie di origine? Vivranno con famiglie che li hanno ottenuti con l’inganno? Qualunque decisione verrà presa, sarà un ulteriore trauma. Ci auguriamo che questa volta venga valutato caso per caso in maniera ponderata, pensando a ciò che è meglio per i piccoli indifesi usati come merce di scambio.
IL Movimento Politico Il Loto non farà cadere il silenzio finché giustizia non sarà fatta

Elisabetta Cuchetti