DIRITTI DELL’INFANZIA NELLA CONVENZIONE ONU

“Il minore può sollevare reclami a specifiche violazioni dei propri diritti”

La Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza rappresenta un testo giuridico di eccezionale importanza poiché riconosce, in forma coerente, tutti i bambini e tutte le bambine del mondo come titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici.

È composta di 54 articoli e da tre Protocolli opzionali, concernenti i bambini in guerra, lo sfruttamento sessuale e le procedure di reclamo (che consente anche ai minorenni – individualmente o in gruppo – di sollevare reclami relativi a specifiche violazioni dei propri diritti).

Fra i principi fondamentali dei diritti dell’infanzia riteniamo sottolineare <<Ascolto delle opinioni del minore (art. 12): prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.>> (Sito di riferimento:   https://www.unicef.it/doc/599/convenzione-diritti-infanzia-adolescenza.htm)

Noi del movimento politico IL LOTO riteniamo che i bambini debbano essere ascoltati e tutelati, che i diritti dei bambini vengono prima di tutto. Abbiamo voluto riportare questo articolo perché troppo spesso si tende a minimizzare il valore della dichiarazione di un bambino, quando invece essa è voce dell’innocenza avvallata da un convenzione mondiale così importante.

Elena Maina

Movimento politico Il Loto